Lucidatura dello stampaggio a iniezione

Per l’industria degli stampi e delle matrici

L’AZIENDA

Il cliente è un’azienda che si dedica alla progettazione, alla produzione, alla manutenzione e alla ristrutturazione di stampi a iniezione per industrie di fascia alta come quelle dei dispositivi medici, ottiche o imballaggi, che richiedono finiture ad alta lucentezza.

IL PROBLEMA

Prima di contattare GPAINNOVA, l’azienda eseguiva la lucidatura manualmente, poiché non esisteva un metodo di lucidatura automatizzato in grado di raggiungere la qualità e la precisione richieste. La lucidatura manuale è un metodo abrasivo che prevede l’uso di carta vetrata, pietra oleosa, ruota di feltro, pasta abrasiva, spatola in lega, ago diamantato, bambù, cote in fibra e macchina rotativa per la molatura, con il risultato di una finitura incoerente sullo stampo e un rischio maggiore di deformazione dell’utensile, alterazione delle dimensioni o della geometria o altri effetti legati al processo di lucidatura. Inoltre, questa circostanza comportava costi di manodopera elevati e tempi di lucidatura eccessivi.

L’OBIETTIVO

Il cliente voleva migliorare la capacità produttiva e la qualità e ridurre i costi di lucidatura degli stampi a iniezione di plastica. L’organizzazione aveva bisogno di lucidare gli stampi per ottenere una qualità superiore e cicli di vita più lunghi, riducendo così i costi di ristrutturazione e manutenzione.

Per quanto riguarda l’obiettivo di lucidatura, si è cercato di ottenere una finitura superficiale a specchio e una significativa riduzione della rugosità per raggiungere un obiettivo Ra di 0,05 micrometri, anche nelle fessure strette, mantenendo inalterato il raggio dei bordi taglienti esterni e interni.

LA SOLUZIONE

GPAINNOVA ha raggiunto con successo le specifiche tecniche di superficie riducendo al minimo i tempi e i costi del processo totale. Queste specifiche tecniche comprendevano l’ottenimento di una lucidatura a specchio dello stampo per ridurre la struttura superficiale dei pezzi iniettati, la prevenzione di guasti prematuri e della corrosione e il mantenimento di tolleranze ristrette.

Gli ingegneri hanno sostituito efficacemente il precedente processo di lucidatura manuale con il sistema di finitura superficiale DLyte, completamente automatizzato. Questa transizione ha portato a risultati coerenti tra i lotti, al raggiungimento dell’obiettivo di rugosità desiderato, a una maggiore durata dei pezzi trattati e alla produzione di componenti biocompatibili.

Il risparmio di tempo con DLyte è stato significativo. Sulla base di un tempo di lavorazione di 124 minuti, la tecnologia DryLyte è stata in grado di ottenere una finitura superficiale di alta qualità per un lotto di 16 pezzi.

11_procés

Sei interessato a conoscere l'aumento della produzione, il confronto tra i costi precedenti e attuali per pezzo, o come DLyte può potenziare la tua azienda? Scarica ora il nostro caso di studio gratuito!

    11_injection molding

    VANTAGGI TECNICI

    01. Conservazione della geometria e le tolleranze (risultati & omogenei)
    02. Il migliore della categoria in materia di rugosità superficiale (Ra inferiore a 0,05 micrometri)
    03. Risultati stabili tra diversi lotti all’interno della durata della vita dei elettroliti
    04. Durata di vita più lunga per le parti trattate
    05. Biocompatibilità dimostrata

    VANTAGGI OPERATIVI

    01. Ridotto ingombro
    02. Riduzione dei tempi e dei costi
    03. Esposizione dei lavoratori durante il processo e la manutenzione
    04. Manipulation et stockage des consommables
    05. Non sono necessari processi a più fasi
    06. Gestione facile dei rifiuti

      Siete pronti a incrementare la vostra attività? Contattateci per trovare la soluzione ideale grazie alle nostre macchine, tecnologie e partnership.