GPAINNOVA lancia l’elettrolita in sospensione secca, la sua ultima soluzione di elettrolucidatura

Marzo 15 , 2022

GPAINNOVA, uno dei gruppi leader nelle tecnologie di finitura delle superfici con i suoi marchi DLyte e MURUA, ha appena presentato la sua ultima soluzione per il trattamento dei metalli, basata sulla sospensione a secco. Consiste in un nuovo elettrolita che combina particelle polimeriche e un liquido moderatore, appositamente studiato per migliorare i risultati dei processi convenzionali di elettrolucidatura a secco.

 

Benefici della sospensione a secco

La sospensione a secco supera alcune limitazioni legate all’elettrolucidatura tradizionale. Ecco i principali vantaggi del liquido:

  1. Facilita il trasporto delle particelle (da un comportamento granulare a uno fluido) e scorre meglio attraverso le cavità, consentendo così di ottenere risultati migliori per i pezzi con geometrie complesse.
  2. Come lubrificante, protegge la superficie del pezzo durante il processo di trattamento del metallo e impedisce all’ossigeno di intaccare la superficie del metallo.
  3. Migliora il controllo della temperatura del materiale di consumo, garantendo risultati più stabili.
  4. Non richiede alcuna manutenzione con l’aggiunta di acqua o aria.

 

A cosa serve l’elettrolita in sospensione secca?

Il nuovo elettrolita in sospensione secca è adatto ai processi che richiedono:

  • Risultati di finitura superficiale più accurati rispetto a quelli ottenuti con l’elettrolita secco
  • Per evitare che le particelle si attacchino alla superficie del metallo, evitando la vaiolatura
  • Accesso alle aree occluse

In sintesi, vale la pena di sottolineare i tre diversi stati dei media, le loro caratteristiche e le modalità di applicazione:

 

Come funziona l’elettrolita in sospensione secca

È stato sviluppato un elettrolita in sospensione a secco che sostituisce l’aria presente tra le particelle solide con un liquido non elettricamente conduttivo che protegge la superficie metallica dall’ossidazione causata dall’ossigeno presente nell’aria durante il processo. Il trasferimento di ioni viene effettuato dalle particelle solide e il liquido modifica il comportamento del mezzo che diventa un fluido e protegge la superficie del pezzo. Come accade con il processo a secco, l’elettrolita in sospensione a secco richiede una diversa formulazione e parametri del processo per ottenere buoni risultati.

Il nuovo elettrolita è una miscela tra 01 particella di gel MSA e una miscela bifasica. La miscela contiene sostanze idrofile e idrofobe che creano una fase simile a un’emulsione con l’aiuto di tensioattivi e tensioni tangenziali. Questa emulsione di isolante elettrico crea legami idrici tra le particelle e la superficie metallica, consentendo densità di corrente più elevate e un migliore controllo del processo. Grazie alla sua natura chimica, questo elettrolita è progettato per ottenere superfici più omogenee, risultati finali più lisci evitando la presenza dei comuni difetti di corrosione.

La rugosità iniziale, la geometria, la forma e le dimensioni del pezzo influiscono sul movimento, sui parametri e sui mezzi necessari per ottenere buoni risultati, consentendo un flusso ottimale dei mezzi e dell’elettricità attraverso la superficie, ottenendo un’omogeneità su tutto il pezzo.

Per saperne di più sul nuovo elettrolita in sospensione secca o per partecipare a una dimostrazione gratuita, contattare GPAINNOVA.

 

Per ulteriori informazioni:

GPAINNOVA

C/ Maracaibo, 1, capannoni 2-6. 08030 Barcelona

Telefono: (+34) 931 256 536

info@gpainnova.com

www.gpainnova.com

www.dlyte.com

    Siete pronti a incrementare la vostra attività? Contattateci per trovare la soluzione ideale grazie alle nostre macchine, tecnologie e partnership.